Carl Werner: il corpo interpretato come paesaggio

Hai mai pensato a come poter utilizzare il corpo umano o prendere spunto da esso per dar vita a qualcosa di eccezionale? Faremmo bene a chiederlo all’artista britannico Carl Werner, autore della serie di scatti che potete vedere qui sotto, la cui raccolta prende il nome di “Bodyscapes“. Possiamo chiamarla, se vogliamo, genialità oppure fantasia, meglio ancora qualcosa di molto umano che incontra l’arte e l’abilità di una mente altrettanto umana per dar vita a delle forme che raffigurano paesaggi. Uomo e natura incontrano lo spazio e tutto avviene con armonia, in un intreccio di corpi: mani, piedi, ginocchia, addominali vanno a formare paesaggi che con difficoltà i nostri occhi riescono a discernere da quelli naturali. La fotografia ritrattistica si sviluppa in Werner con grande alternatività, è innovazione che si riempie di significato, uno su tutti il gioco che l’artista prova a fare con la percezione dello spazio in cui ci muoviamo e il risultato non possiamo che lasciarlo alla nostra vista che a suo modo saprà percepirlo ed interpretarlo con stupore ma anche con tanta semplicità come quella che riveste le linee utilizzate da Werner. D’altronde, cosa c’è di più semplice del nostro corpo?

Guarda tutte le foto di Carl Werner

L'autore

Marco Carotenuto

Mi chiamo Marco. Ho 36 anni. Fotografo prima, art director poi, fremo per il non convenzionale. Ideare, ricreare, scomporre e immaginare nuovi punti da cui sbirciare il mondo sono il sale della mia vita. Divertirsi, prima di stupire e rendere partecipi, coinvolgere chi ci sta di fronte sono i pilastri di questa professione, impregnata di magia. Il trucco? Farlo in modo serio, proprio come fanno i bambini a capo di un gioco. Apertura mentale e sguardo curioso mi hanno accompagnato, scandendo il mio approccio alla fotografia e alla pubblicità. Sono un fotografo professionista che ha studiato alla scuola romana di fotografia; la mia passione principale è la fotografia di paesaggio e la natura nel suo essere. Ho ricevuto due riconoscimenti da parte di Nikon, con la pubblicazione sul libro annuale. Sono stato invitato a partecipare a più mostre fotografiche, tra cui Molise cinema e MArteLive.