I 5 filtri fotografici di cui non puoi fare a meno

Possono essere considerati quasi come una bacchetta magica per il fotografo, fatto sta che i filtri fotografici se ben utilizzati nella fotografia digitale riescono a sortire il proprio effetto: scattare, ottenendo il risultato atteso. Nell’articolo che vi proponiamo oggi, vi illustreremo 5 filtri fotografici agli occhi del fotografo irrinunciabili.

Filtri fotografici

 

Filtro UV

Sicuramente, rispetto ai restanti 4, il Filtro UV è quello più datato. Utilizzato dai tempi delle pellicole, il Filtro UV continua a conservare, seppure in maniera e con funzioni diverse, le sue qualità protettive ancora oggi, nell’era della fotografia digitale.

Il Filtro UV possiede un vetro che funge da schermo contro i raggi Ultra Violetti, operando specie in circostanze dove la presenza di tali raggi tende ad addensarsi, come al mare o in montagna, rischiando di compromettere i nostri scatti. In che modo? In queste location, se non si monta il Filtro UV e i raggi non vengono dunque bloccati, si rischia di ottenere foto con colori sull’azzurro o opachi, specie se lo scatto avviene ancora con una fotocamera a pellicola.

Per farla semplice, potremmo dire che l’effetto protettivo esercitato dal filtro è molto simile a quello della crema che protegge la nostra pelle dagli stessi raggi Ultra Violetti. Con l’avvento del digitale, comunque la necessità di proteggere le pellicole è caduta (UV e IR vengono infatti installati sul sensore digitale), lasciando il passo ad un uso del Filtro UV decisamente più pratico: quello di tenere al riparo da polvere e agenti atmosferici la prima lente dell’obiettivo.

Filtri fotografici, filtro polarizzatore, filtro UV, Filtro digradante neutro

Scegli qui il tuo Filtro UV in offerta.

L'autore

Giulia De Minico