Genesi: ode visiva alla Terra di Sebastiao Salgado

Sebastiao Salgado compie un viaggio attorno alla Terra, la sua bellezza e le sue fragilità, Genesi rappresenta una sorta di ritorno alle origini, penetrando nella natura, nella forza dei suoi strumenti e in quello che era prima dell’umanità. Genesi è un progetto editoriale avvincente, al suo interno c’è la nascita della vita: gli elementi dai quali essa scaturisce, aria, acqua, fuoco e terra, gli animali che non hanno soccombuto all’addomesticamento, le tribù e il loro stile di vita primitivo, i primi insediamenti e le primordiali forme d’organizzazione umana.

Sebastiao Salgado, Gensei, umoni

Sebastiao Salgado, Gensei, umoni

Il suo occhio ha viaggiato per otto lunghi anni su e giù per il Pianeta, alla ricerca di dettagli naturali, paesaggi marini e terrestri, alla scoperta di popolazioni e specie animali che hanno desistito al mondo contemporaneo. Sebastiao Salgado e Genesi hanno voluto documentare la prova dell’esistenza nel nostro Pianeta di regioni remote, cullate dal silenzio e dalla magnificenza immacolata della natura, facendosi largo tra l’autentica meraviglia dei Poli, foreste fluviali tropicali, savane, deserti, ghiacciai che incorniciano le montagne e isole solitarie.

Sebastiao Salgado, Gensei, lanscape

Terre lontane non solo da noi, dal nostro caos urbano, ma soprattutto dal calore che ovatta forme di vita resistenti, Genesi fotografa aree fredde e aride nelle quali coesistono antiche tribù e specie di animali la cui sopravvivenza trova respiro e voce nel proprio isolamento. Sebastiao Salgado divide Genesi in 5 sezioni: Pianeta Sud (Antartide e Argentina), I Santuari della Natura (Madagascar, Galapagos, Indonesia, Papua Nuova Guinea), Africa, Le Terre del Nord (Alaska, Canada, USA e Siberia), l’Amazzonia e il Pantanal. La bellezza, intensa e lirica, esplode nel gioco della composizione, nella luce, ma anche nella sfumatura tra primi piani nitidi e sfuocati, che nell’insieme contribuiscono a creare fotografie a metà tra il didascalico e il suggestivo. Tutto scandito dalla solennità del bianco e nero.

Sebastiao Salgado, Gensei, pinguini

Dalle pagine emerge un profondo rispetto per un Pianeta incantato e assopito nel fascino primitivo, dal quale si leva un inno che invoca alla salvaguardia, Genesi è un voto alla gracilità di questi 5 spicchi della Terra e allo stesso tempo un “ammonimento a considerare -chiosa Sebastiao Salgado nella premessa al volume- tutto ciò che rischiamo di perdere”. Genesi è la fiducia che alle foto segua una riflessione, un’intenzione e una promessa, la promessa di preservare il Pianeta con piccoli e grandi gesti, ogni giorno.

Acquista subito la tua copia di “GENESI” su Amazon e ricevila direttamente a casa

 

Se hai trovato questo aritcolo interessante condividilo con i tuoi amici o registrati alla nostra Newsletter per ricevere tutti le novità sul mondo della fotografia

L'autore

Giulia De Minico