Come fotografare con poca luce: 10 consigli per non avere foto mosse

Quante volte ti sarà capitato di andare a teatro o a un concerto con la tua fotocamera, sperando di portare a casa un bel ricordo, ma tornando con l’amaro in bocca per aver racimolato un bottino di foto mosse? Oppure di andare alla festa di compleanno di un tuo amico e di avere foto buie o solamente illuminate dal flash? Sembra assurdo ma questi momenti sono più comuni di quanto pensiate; quindi come fotografare con poca luce?

Come fotografare con poca luce: 10 suggerimenti che forse non conoscevi

Escludendo il cavalletto, che ci sembra scontato come miglior strumento per riuscire a fotografare in condizioni di scarsa illuminazione, ti forniamo un elenco di soluzioni che ti aiuteranno a fotografare in tutte quelle situazioni dove la luce risulta essere molto scarsa.

1) Modalità manuale

Se la tua fotocamera lo permette, reflex o compatta che sia, imposta la modalità manuale per poter gestire ISO tempi e diaframmi in maniera tale da recuperare più luce possibile e per evitare che la macchinetta attivi automaticamente il flash, vanificando i tuoi scatti. Se ti trovi in condizioni dove il soggetto è statico o dove la fonte luminosa è sempre uguale, una volta trovata la giusta accoppiata tra tempi, ISO e diaframmi, non dovrai più toccare i parametri e potrai focalizzarti solo sui tuoi scatti.

Come fotografare con poca luce, 10 consigli, tecnica fotografica, Impostazioni Manuali

2) Priorità di tempi

Se, al contrario, la luce può variare da un momento all’altro o il soggetto è in movimento, impostare la modalità di scatto in priorità di tempi ti consentirà di stabilire un tempo massimo, quello di sicurezza per cui la foto non venga mossa, lasciando il compito di gestire tempi e ISO alla fotocamera. In questo modo non rischierai di perdere troppo tempo dietro alla regolazione dei diaframmi e degli ISO e potrai concentrati sugli scatti. Consigliamo l’utilizzo di questa modalità per chi ancora non ha una rapida manualità nel cambio delle impostazioni e non voglia rischiare di perdere degli scatti tentando di regolare diaframmi, ISO e tempi.

Come fotografare con poca luce, 10 consigli, tecnica fotografica

3) Scattate in RAW

Quasi tutte le fotocamere offrono la possibilità di selezionare questo formato. Bene, è arrivato il momento di sfruttare tutte le potenzialità che un file RAW può restituirti. Infatti, a differenza di un file JPG, che è già elaborato, il file RAW è un contenitore di informazioni grezze, pronte per essere spolpate fino all’osso (leggi questo articolo di confronto tra RAW e JPG). Quindi risulta essere un ottimo alleato per chi non sa come fotografare con poca luce e non vuole rischiare di perdere lo scatto.

come fotografare con poca luce

4) ISO: non avere paura, usali

Le moderne fotocamere ormai consentono l’uso degli alti ISO senza che le tue foto vengano troppo rumorose. Quindi, se stai scattando in modalità manuale, impostali e non avere paura di raggiungere i 1600 o 3200 ISO. Ricordati una cosa: il rumore digitale non è come il rumore della vecchia pellicola, in stampa è molto meno visibile di quanto lo sia a monitor e per giunta essendo un file digitale, si può sempre intervenire con i software di fotoritocco per ridurre il rumore eccessivo (vedi punto 9).

5) Diaframma aperti

Se stai fotografando in condizioni di luce scarsa, dovrai fare in modo che il sensore ne riceva il più possibile. Per questo aprire il diaframma al massimo ti consentirà di far entrare più luce e di aumentare i tempi di scatto per evitare il micromosso. Se siete soliti fotografare in condizioni di scarsa illuminazione, vi consigliamo l’acquisto di un obiettivo luminoso, quale il 50mm, ottimo compromesso qualità/prezzo. (nell’infografica qui sotto potete notare come fotografare con poca luce significhi lavorare con diaframmi molto aperti, intorno agli f/2.8, permettendo di far entrare più luce rispetto a f/8).

Come fotografare con poca luce, 10 consigli, tecnica fotografica, Impostazioni Manuali, flash, posizione, diaframma

Qui trovi il Nikkor AF-S 50mm F/1.8

Qui trovi il Canon EF 50mm f/1.8

6) Tempi lenti

Come accennavamo prima, se non sapete come fotografare con poca luce, un fattore molto importante per la riuscita della vostra foto è utilizzare tempi lenti. Se non volete rischiare di avere foto mosse, però, dovete porre attenzione a delle piccole regolette:

  • Non utilizzare tempi inferiori alla lunghezza focale che state utilizzando; se ad esempio stai fotografando con un 50mm, un tempo consigliato per evitare il mosso sarebbe 1/50s; se hai una buona mano e impugni la fotocamera a dovere potrai anche tentare tempi più lenti, questo dipende da te e dalla focale utilizzata, infatti con le focali più lunghe i movimenti vengono percepiti molto di più.
  • Con soggetti in movimento, ad esempio una partita di calcio o uno spettacolo a teatro dovrai stabilire un tempo adatto a seconda di quanto sia veloce il movimento del soggetto.
  • Se utilizzi un cavalletto le cose cambiano: con soggetti fermi potrai utilizzare qualsiasi tempo, anche minuti interi di esposizione.
  • Posizione/ impugnature durante lo scatto (vedi paragrafo 8).

7) Flash incorporato

Se non possiedi un flash esterno, potrai ricorrere all’uso di quello incorporato nella tua fotocamera. Anche se sconsigliamo l’uso di quest’ultimo nella maggior parte delle situazioni, se si tengono conto alcuni accorgimenti, può tornarti utile per schiarire volti o oggetti. Guardati intorno e cerca pareti bianche o chiare, qualcosa che possa riflettere la luce del flash che dovrai indirizzare verso la parete (anche con un pezzetto di carta va bene) per farti rimandare una luce soffusa oppure utilizza dei diffusori in modo da alleggerire le ombre che altrimenti risulterebbero troppo pesanti alle spalle del soggetto.

Come fotografare con poca luce, 10 consigli, tecnica fotografica, Impostazioni Manuali, flash

8) Stabilizzatore di immagine

Se il tuo obiettivo o sensore ha questa opzione, attivala immediatamente; questa funzione, infatti, ti viene incontro, permettendoti di recuperare a volte fino a 3 stop. Potrai così utilizzare tempi lenti in sicurezza e ridurre al minimo le vibrazioni/movimenti della fotocamera.

Come fotografare con poca luce, 10 consigli, tecnica fotografica, Impostazioni Manuali, flash, posizione, diaframma, stabilizzatore d'immagine

9) Posizione da assumere in fase di scatto

Un fattore che in molti sottovalutano è la posizione che va assunta in fase di scatto. Tenere la fotocamera saldamente in mano non basta. Infatti ci sono dei piccoli accorgimenti che forse non conosci, ma potrebbero aiutarti a restare fermo e saldo al momento dello scatto, evitando così il fastidioso effetto mosso:

  • Posizionati saldamente con i piedi a terra, meglio se uno leggermente più avanti rispetto l’altro, così da garantirti una buona distrubuzione del peso del corpo.
  • Sorreggere con il palmo della mano sinistra l’obiettivo e con la destra invece impugnare saldamente la reflex.
  • Stringere i gomiti lungo il corpo e portare l’occhio all’oculare ti darà una maggiore stabilità e fermezza.
  • Controlla il respiro: prima di scattare prendi un bel respiro e quando avrai finito di espirare tutta l’aria dai polmoni, stringi i gomiti, tieni salda la fotocamera e scatta.

Come fotografare con poca luce, 10 consigli, tecnica fotografica, Impostazioni Manuali, flash, posizione

10) Fotoritocco

Non a tutti piace e non tutti sanno farlo, è vero. Ma se hai 5 minuti di pazienza, elaborare la tua foto per recuperare quelle troppo scure e magari ridurre il rumore digitale, può assicurarti una maggiore tranquillità e serenità nelle uscite future che farai. Conoscere le potenzialità che ha il file RAW della propria fotocamera, ti permetterà di scattare in maniera fluida, consapevole del fatto che potrai recuperare la foto in pochi passaggi (qui trovi il video tutorial su come ridurre il rumore dalle tue foto).

come fotografare con poca luce, riduzione rumore, come ridurre il rumore, 2

Se seguirai questi consigli, vedrai come fotografare con poca luce diventerà un gioco da ragazzi.

Se hai trovato interesante questo articolo su come fotografare con poca luce, aiutaci a condividerlo con i tuoi amici oppure registrati alla Newsletter per restare sempre aggiornato sul mondo della fotografia.

L'autore

Marco Carotenuto

Mi chiamo Marco. Ho 34 anni. Fotografo prima, art director poi, fremo per il non convenzionale. Ideare, ricreare, scomporre e immaginare nuovi punti da cui sbirciare il mondo sono il sale della mia vita. Divertirsi, prima di stupire e rendere partecipi, coinvolgere chi ci sta di fronte sono i pilastri di questa professione, impregnata di magia. Il trucco? Farlo in modo serio, proprio come fanno i bambini a capo di un gioco. Apertura mentale e sguardo curioso mi hanno accompagnato, scandendo il mio approccio alla fotografia e alla pubblicità. Sono un fotografo professionista che ha studiato alla scuola romana di fotografia; la mia passione principale è la fotografia di paesaggio e la natura nel suo essere. Ho ricevuto due riconoscimenti da parte di Nikon, con la pubblicazione sul libro annuale. Sono stato invitato a partecipare a più mostre fotografiche, tra cui Molise cinema e MArteLive.