Come fotografare l’aurora boreale: The northern lights

Tra poco scoprirai finalmente come fotografare l’aurora boreale, prima però ci teniamo molto a introdurti un argomento per noi molto importante: la pianificazione.

Senza un’attenta pianificazione e organizzazione, non saremmo mai riusciti a portare a casa questi incredibili scatti.

Il team di fotografiaindigitale ha concluso da pochi giorni la bellissima esperienza in Islanda. Il viaggio fotografico è stato organizzato in ogni minimo dettaglio; è durato in tutto 7 giorni e ci ha permesso di esplorare tutta la parte sud dell’Islanda, ma soprattutto, di riuscire a fotografare l’aurora boreale.

Perché ci teniamo a specificare che “il viaggio è stato organizzato in ogni minimo dettaglio?”

Tra poco lo scoprirai, prima vogliamo spiegarti la causa di questo particolarissimo effetto detto aurora boreale o northern lights.

L’aurora boreale è dovuta alle particelle elettriche del sole che, attirate dal campo magnetico terreste, entrano in collisione con la nostra atmosfera. L’energia che viene sprigionata provoca queste scie luminose di colore verde-rosso. I vari gas presenti all’interno delle particelle sono invece la causa del colore, che può variare dal verde acceso al rosso.

A CACCIA DI NORTHERN LIGHTS: COME FOTOGRAFARE L’AURORA BOREALE

Vogliamo condividere con voi la nostra esperienza in Islanda e suggerirvi alcuni consigli per essere certi di riuscire a fotografare l’aurora boreale.

Come fotografare l'aurora Boreale, The northern light, tecnica fotografica

1) Studia le condizioni meteo

Se vuoi fotografare l’aurora boreale, devi imparare a pianificarti ogni cosa (Qui trovi un ebook interessantissimo che ti spiega come pianificare la fotografia)

Ok, ci rendiamo conto che organizzare un viaggio in base alle previsioni meteo a distanza di mesi non è facile, anzi è proprio impossibile. Quindi il nostro consiglio è quello di organizzare il percorso e i vostri spostamenti sull’isola seguendo giornalmente gli eventi meteorologici. Infatti in Islanda il tempo può variare molto rapidamente:

“non ti piace il tempo che fa? Aspetta qualche istante e cambierà”

recitava un vecchio detto islandese.

Esiste un sito internet che durante il nostro viaggio ci ha aiutato moltissimo a capire la situazione nuvolosità, dove fosse visibile l’aurora e quanto vento ci fosse, permettendoci di anticipare i nostri spostamenti e di andare sempre a colpo sicuro.

Puoi osservare le previsioni meteo del vento e temperatura a questo link: goo.gl/A6a6Pb

Per studiare invece il comportamento dell’aurora boreale, la sua intensità e probabilità di vederla, ti consigliamo quest’altro link: goo.gl/RH3kVQ

2) Pianifica il tuo percorso

Aurora Boreale, The northern light, tecnica fotografica

Se stai pensando di organizzare il viaggio da solo è importante pianificare in anticipo le tappe che vorrai visitare e “puntarle” in modo da avere tutto pronto (ti suggeriamo questa guida per imparare a farlo).

Ad esempio puoi utilizzare le mappe gratuite di google che ti permettono di preparare tutto il percorso da seguire aggiungendo i luoghi d’interesse che vuoi fotografare, con foto e nome. Con l’app di google maps sul tuo smartphone potrai scaricare la mappa dell’Islanda offline e utilizzarla come navigatore per tutto il viaggio (senza costi!).

In questo modo noi di fotografiaindigitale abbiamo organizzato il viaggio fotografico settimane prima della partenza.

Google maps ci ha permesso di puntare i luoghi preferiti, di calcolarci i vari tempi di spostamento (inclusa la benzina che all’incirca avremmo consumato) da un luogo ad un altro, insomma, abbiamo creato una mappa ad hoc del nostro viaggio che in 7 giorni ci ha permesso di girare tutta la parte sud dell’isola, campeggiando nei migliori camping e visitando i luoghi più incredibili sempre nei momenti migliori.

Aurora Boreale, The northern light, tecnica fotografica

3) Cavalletto e testa ben saldi

Come per la fotografia notturna, anche per fotografare l’aurora boreale bisogna fare molto attenzione a come si posiziona il cavalletto. Essendo un’esposizione che può variare da 2 a 10 secondi, è fondamentale assicurare bene il cavalletto al terreno e controllare che le forti raffiche di vento (in Islanda ci sono forti venti durante tutto l’anno) non rischino di compromettere la tua foto con microspostamenti.

4) Osserva l’intensità e il movimento

L’aurora boreale non è mai uguale e costante. È importante quindi osservare il cielo e gli spostamenti dei fasci luminosi per procedere con l’inquadratura. Non essendo prevedibile, individua la porzione di cielo dove tranquillamente ad occhio nudo puoi vedere la sua attività e posiziona la fotocamera. Non preoccuparti se l’aurora boreale non è sul tuo soggetto principale, durante l’arco della nottata l’aurora boreale si sposta di continuo, quindi attendi e cerca sempre nuovi soggetti da includere per non perderti nemmeno un attimo di quello spettacolo.

Aurora Boreale, The northern light, tecnica fotografica

5) Impostazioni su come fotografare l’aurora boreale

Per poter fotografare l’aurora boreale dovrai impostare la tua macchina fotografica in questo modo:

  • Modalità M (manuale)
  • Messa a fuoco manuale
  • Scattare in RAW (per aver maggior controllo sul file)
  • Disattivare tutte le funzioni automatiche come la riduzione del disturbo sulle lunghe esposizioni (meglio farlo con software di fotoritocco per evitare troppi impastamenti)
  • Aprire al massimo il diaframma (ideale sono gli obiettivi molto luminosi, come gli f/2.8)
  • Alzare gli ISO tra 1600 e 4000, perché l’aurora può essere più o meno luminosa (valore preso utilizzando obiettivi f/2.8)
  • I tempi saranno il fattore che influenzerà lo scatto. Infatti se la porzione di cielo che stai fotografando presenta un attività dell’aurora boreale principalmente lenta e statica allora potrai usare dai 6 ai 10 secondi di esposizione (abbassando cosi anche gli ISO per ridurre il rumore digitale); al contrario se l’attività dell’aurora crea forme molto velocemente dovrai accorciare i tempi (massimo 2 secondi di esposizione) e alzare gli ISO per evitare di ritrovarti tutto il cielo verde (addirittura bruciato xD).

6) Luna si o Luna no?

Nelle fotografie notturne la presenza della Luna a volte può essere fastidiosa. Infatti la sua luminosità può compromettere la visibilità delle stelle, ma non dell’aurora boreale. Se quest’ultima ha una buona attività (deve essere maggiore di 4 su 9), la presenza della Luna non sarà un problema. Al contrario, potrà essere utilizzata per illuminare meglio i soggetti in primo piano e non essere cosi costretti ad alzare molto gli ISO.

7) Time Lapse

Durante il viaggio fotografico in Islanda, man mano che scattavamo fotografie alla “northern light” ci siamo resi conto di quanto fosse unica e particolare. Volevamo cogliere ogni singolo momento del suo movimento. Le forme, le sfumature e le tonalità che provoca ogni suo spostamento nel cielo sono incredibili. Allora ci siamo detti: come immortalare tutto questo? Il modo migliore per poter descrivere e raccontare questi eventi naturali è facendo un time lapse.

Se non sai come fare un time lapse ti consigliamo di leggere quest’altro nostro articolo (qui il link) dove ti spieghiamo passo passo come realizzarne uno!

L'autore

Marco Carotenuto

Mi chiamo Marco. Ho 36 anni. Fotografo prima, art director poi, fremo per il non convenzionale. Ideare, ricreare, scomporre e immaginare nuovi punti da cui sbirciare il mondo sono il sale della mia vita. Divertirsi, prima di stupire e rendere partecipi, coinvolgere chi ci sta di fronte sono i pilastri di questa professione, impregnata di magia. Il trucco? Farlo in modo serio, proprio come fanno i bambini a capo di un gioco. Apertura mentale e sguardo curioso mi hanno accompagnato, scandendo il mio approccio alla fotografia e alla pubblicità. Sono un fotografo professionista che ha studiato alla scuola romana di fotografia; la mia passione principale è la fotografia di paesaggio e la natura nel suo essere. Ho ricevuto due riconoscimenti da parte di Nikon, con la pubblicazione sul libro annuale. Sono stato invitato a partecipare a più mostre fotografiche, tra cui Molise cinema e MArteLive.