Kodak Ektachrome E100 120: i test della pellicola di medio formato inizieranno a luglio

Arrivano buone notizie per gli appassionati (e non più così pochi) di medio formato a pellicola: Kodak ha finalmente rotto il suo silenzio e, apparentemente, tutti gli indugi sul rilascio della pellicola Ektachrome 100 per medio formato 120.

Kodak Ektachrome E100
Kodak Ektachrome E100

Presentata alla fine del 2018, Kodak Ektachrome 100 in 35mm è basato sulla pellicola Kodak Ektachrome E100G E6 prodotta fino al 2012.

L’immortale casa produttrice delle più celebri pellicole ha pubblicato un post su Instagram per confermare che ci sarà una prova della versione di medio formato a “fine luglio”.

Il post afferma: “Sappiamo che stai aspettando con ansia l’arrivo di Ektachrome E100 Film di grande formato. Stiamo lavorando diligentemente per portarli sul mercato, con un’ampia prova di adattamento della pellicola al medio formato 120 previsto per la fine di luglio! “

Questo nuovo programma potrebbe avere le caratteristiche del programma di beta test dello scorso anno che ha consentito i test attraverso fotografi selezionati della comunità della versione 35mm della pellicola.

Amati per la loro nitidezza e tonalità superiori rispetto ai film da 35 mm, molti professionisti ed amatori si rivolgono al mercato delle fotocamere di medio formato come la Mamiya RB67 e la 500 CM Hasselblad.

Ektachrome 100 ha già dimostrato di avere colori vibranti e grana estremamente bassa nel formato 35mm. La pellicola 120 porterà questo al livello successivo, consentendo ai fotografi di ottenere stampe senza grana in dimensioni estremamente grandi, qualora fossero necessarie.

Ovviamente perchè non guardare ancora più in alto? Potrebbe essere altamente probabile che Kodak possa prevedere il rilascio della pellicola Ektachrome 100 in formati ancora più grandi in futuro e questo rientrerebbe con la strategia di reintrodurre la pellicola sul mercato attuata da qualche tempo. Kodak ha affermato, all’epoca, che avrebbe valutato l’interesse per il film 35mm prima di prendere in considerazione altri formati.

La scommessa iniziale sembra essere stata vinta e visto il successo e le quote di mercato raggiunge, l’azienda ha ritenuto ciò sufficiente per investire ulteriormente e invadere anche il mercato del medio formato.

Che il ritorno alla pellicola stia diventando più un processo di modernizzazione piuttosto che un nostalgico ritorno all’antico? Tutto questo si scriverà nel futuro della fotografia che tanto ci appassiona ed incuriosisce.

L'autore

Michele Ricci

Inizia a 5 anni scattando di nascosto con la Nikon F2 di suo padre mostrando, da subito, di amare la fotografia più di ogni altra cosa. Osservatore curioso, viaggiatore incallito, camminatore infaticabile, cultore e divulgatore della materia, si divide tra fotografia di paesaggio, fine art, ritrattistica e street photography collaborando a svariati progetti professionali senza mai smettere di nutrire la propria passione personale.