Canon ha aumentato la propria quota di mercato nel 2018, ma il mercato delle fotocamere continua a calare

Nikkei ha pubblicato ieri il suo report sulle tendenze del mercato delle fotocamere digitali 2018, e la notizia è triste. Mentre Canon, Fuji e Olympus hanno visto aumentare la loro quota di mercato globale lo scorso anno, il volume totale delle vendite delle fotocamere digitali è calato di ben il 22%.

Il contesto è forse più roseo per Canon, la cui quota di mercato del 40,5% rappresenta un aumento del 3,9% rispetto al 2017. Nel frattempo, i concorrenti più stretti hanno visto una diminuzione della quota di mercato, con il 19,1% registrato da Nikon (con un calo del 2,7%) e il 17,7% da Sony (una caduta dello 0,7%).

Fujifilm, nel frattempo, ha incrementato la propria quota di mercato dell’1,3% per un totale del 5,1%, e Olympus ha visto un miglioramento incrementale dello 0,1% per una quota di mercato globale complessiva del 2,8%.

Nel complesso, queste cinque società costituiscono l’85,2% delle fotocamere digitali vendute nel 2018.

Guardando l’ultimo rapporto CIPA, questi numeri non sono terribilmente sorprendenti. Il 2018 ha visto una diminuzione delle unità totali di fotocamere digitali vendute ogni mese su tutta la linea, senza mai raggiungere i numeri di vendita del 2017. Finora, il 2019 persegue questa tendenza.

L’unico barlume di speranza è che, mentre i numeri delle unità continuano a diminuire, il costo unitario è aumentato. Le principali case produttrici di fotocamere sanno che i modelli compatti e entry-level stanno avendo sempre più difficoltà a competere con gli smartphone, e quindi stanno spingendo più forte nei mercati di fascia alta e costosi.

Nikon e Canon hanno lanciato entrambe le fotocamere mirrorless full-frame alla fine dello scorso anno, Sony dovrebbe rinnovare la sua line-up di nuovo quest’anno e Fuji ha appena debuttato il formato GFX100 medio mirrorless 102MP.

Ma anche se le vendite di telecamere con obiettivi intercambiabili in qualche modo inizieranno a superare i mesi 2018 (non hanno ancora quest’anno), i rapporti rimarranno truci mentre i principali produttori di smartphone continuano a innovare a un ritmo che le grandi compagnie di fotocamere non possono proprio sembra abbinare.

(via Digicame Info tramite Mirrorless Rumors)

L'autore

Michele Ricci

Inizia a 5 anni scattando di nascosto con la Nikon F2 di suo padre mostrando, da subito, di amare la fotografia più di ogni altra cosa. Osservatore curioso, viaggiatore incallito, camminatore infaticabile, cultore e divulgatore della materia, si divide tra fotografia di paesaggio, fine art, ritrattistica e street photography collaborando a svariati progetti professionali senza mai smettere di nutrire la propria passione personale.