Sony ha sviluppato un sensore MFT da 47 MP in grado di riprendere video 8K/30p

Ieri, Sony ha rilasciato tranquillamente le specifiche per un nuovo sensore di immagine Micro Four Third 47MP che sostiene sia per “Sorveglianza, telecamere FA e telecamere industriali”. Ma il sensore di immagine, che può registrare video 8K / 30p a 10 bit con un con un Ritaglio 17: 9: potrebbe effettivamente apparire nel successore del GH5S Panasonic.

Il nuovo sensore di immagine (nome modello IMX492LQJ) è dettagliato in un documento di specifiche standard come abbiamo visto prima. Il sensore è descritto come “un sensore di immagine CMOS diagonale da 23,1 mm (Tipo 1.4) con un array di pixel quadrati a colori e circa 47,0 milioni di pixel effettivi” che può funzionare a tre diverse tensioni (per risparmiare la batteria) e promette “alta sensibilità” e “Bassa corrente oscura”.

Il bocconcino più interessante, tuttavia, è elencato in “Modalità base di guida” in cui Sony rivela che il sensore può emettere 8192 x 4320 (video 8K) in un rapporto di 17: 9 fino a 31,3 fotogrammi al secondo, o leggere l’intero 8192 x 5556 pixel fino a 24,17 fotogrammi al secondo. Puoi consultare il documento tecnico completo di seguito:

https://it.scribd.com/document/427716263/Sony-47MP-MFT-Sensor#from_embed

Da quando è stato rilasciato questo documento, la sezione denominata “Applicazione” ha scacciato le persone, dal momento che Sony elenca il sensore come realizzato per “Sorveglianza, telecamere FA e telecamere industriali”. Tuttavia, come sottolinea DPReview, il sensore IMX299 trovato all’interno del GH5S di Panasonic era anche etichettato in questo modo nella documentazione di Sony.

Ovviamente, se questo apparirà o meno nei futuri sistemi di telecamere MFT è un’ipotesi di chiunque, ma poiché le fotocamere mirrorless full frame iniziano a registrare una risoluzione di 6K e trasmettono video RAW, questo potrebbe essere solo il sensore che aiuta Micro Four Third a mantenere il suo vantaggio per video.

L'autore

Michele Ricci

Inizia a 5 anni scattando di nascosto con la Nikon F2 di suo padre mostrando, da subito, di amare la fotografia più di ogni altra cosa. Osservatore curioso, viaggiatore incallito, camminatore infaticabile, cultore e divulgatore della materia, si divide tra fotografia di paesaggio, fine art, ritrattistica e street photography collaborando a svariati progetti professionali senza mai smettere di nutrire la propria passione personale.